IL DOLORE PIU’ GRANDE.

Il Dolore più grande è fare del male ad una persona che ami.
Il Dolore più grande è permettere ad una persona che ami di farti del male.
Il Dolore più grande è non avere la forza (o l’opportunità) di chiedere scusa, quando si sa di avere sbagliato.
Il Dolore più grande è non capirsi e non riuscire a comunicare.
Il Dolore più grande è quando non sorride.
Il Dolore più grande è lasciarsi vivere senza vivere davvero.
Il Dolore più grande è essere traditi e tradire.
Il Dolore più grande sono le lacrime che cadono silenziose.
Il Dolore più grande è il tempo che non torna.
Il Dolore più grande è essere obbligati a scegliere. Scegliere e rinunciare.
Il Dolore più grande è accettare che bisogna crescere. Per forza.
Il Dolore più grande sono i baci negati, le cose non dette, i rancori celati, la rabbia ingoiata.
Il Dolore più grande è l’attesa di uno “scusa” che non arriverà.
Il Dolore più grande è il cercarsi di due sguardi che non si trovano.
Il Dolore più grande è un anello rinchiuso in una scatola.
Il Dolore più grande è un lieto fine che non sei riuscito a scrivere.
Il Dolore più grande è perdere la fiducia nell’altro, il rispetto e la stima per se stessi.
Il Dolore più grande è non riuscire a dimenticare e, nello stesso tempo, il voler ricordare-custodire tutto.
Il Dolore più grande è non sentirsi all’altezza.
Il Dolore più grande è dire il contrario di quello che si pensa.
Il Dolore più grande è una canzone che non riesci più ad ascoltare.
Il Dolore più grande è non trovare una via d’uscita.
Il Dolore più grande è non crederci più.
Il Dolore più grande è non avere il coraggio… Il coraggio e basta.
Il Dolore più grande è un sorriso forzato, una parola soffocata, una carezza attesa invano, una telefonata che non arriva.
Il Dolore più grande è un addio.
Il Dolore più grande è la perdita. E l’attesa.
Il Dolore più grande è… il Dolore più grande.

Ed è unico. E quando lo si vive sembra sempre il più grande fra tutti. Ma poi passa.
E il Dolore più grande diventa un dolore fra tanti, una parte di te. E – se non ci fosse – non saresti tu. Con tutte le tue gioie e i tuoi dolori.
E se non ci fosse, anche la gioia non avrebbe lo stesso sapore e “il senso delle cose non si ricoprirebbe di senso”.

Il Dolore più grande, a volte, assomiglia alla gioia.
La gioia di avere la forza di affrontare ogni piccolo-grande Dolore.

(Letizia Cherubino)


Bookmark and Share


Acquista VERSO TE direttamente online (senza spese di spedizione)

“VERSO TE” è ORDINABILE (senza spese di spedizione) a questo link: nextbookstore.net

ED. EUMESWIL
DISTRIBUZIONE: PDE

“AMAMI” (Cherubino-Cattaneo)

Parole: Letizia Cherubino
Voce: Giancarlo Cattaneo

“Amami. Amami alla Follia. Corteggiami con lettere, parole, pensieri, sospiri, silenzi, attese. Pensami. Pensami sempre. Non ogni tanto o a volte o… Che io sia, per te, il Pensiero tra i pensieri.
Regalami gesti estremi, entusiasmo, trasporto assoluto, condivisione, intimità, intesa.
Non essere tiepida. Sii fuoco.
Non essere pioggia. Sii temporale.
Trascinami, travolgimi, sconvolgimi, prendi la tua e la mia Vita e ridisegnala da capo. Dalle fondamenta.

Voglio la tua Anima che fa le capriole.
Voglio che non dormiamo la Notte, che ci svegliamo all’alba, che non ci siano confini tra il mio e il tuo corpo, che tutto quello che prima aveva un senso ora abbia un senso nuovo.

Sii folle. Folle davvero.
Prendi, parti, vai, disfa… Disfami e fatti disfare. Ci ricostruiamo insieme. Per poi ricominciare da capo.
Non una rosa… dieci, cento, mille. Non un sms ma una lunghissima lettera d’amore.
Non un invito, un rapimento in piena regola. Non una richiesta ma un ordine categorico. Non un domani ma un’ora, qui, adesso, subito. Mai un No… Solo sì, sì, sì… Sì.

Se devi amarmi che sia così. Tutto all’estremo. Tutto così eccessivo da essere unico.
Il cuore che batte forte. La troppa mancanza. L’infinita distanza. Le corse contro il tempo. Il cercarsi ovunque, comunque…

Trattieni il respiro. Il tuo respiro sono Io.
Dimenticati quello che hai vissuto fino ad ora: Io non sono niente di quello che hai già conosciuto. E Tu… Tu non assomigli a nulla che io abbia già incrociato.
Sei destino non caso.
Sei fatalità non scelta.

Prendimi così ed io non avrò tempo. NOI non avremo tempo.

Prendimi così e saremo NOI, il nostro Tempo.

Prendimi.”

(Letizia Cherubino)


Bookmark and Share


BOOK TRAILER “VERSO TE”.

http://www.youtube.com/watch?v=NIH3MVq8bys

“Ci sono persone destinate ad incontrarsi, si incrociano per caso, si incontrano per destino. Qualsiasi strada o treno o direzione prendano, prima o poi si ritroveranno. E anche quando viaggeranno in se stessi non saranno mai soli.”
(Letizia Cherubino)

Attori protagonisti: Francesca Mercadanti ( Letizia )
Simone Villani ( Federico )
Voce: GIANCARLO CATTANEO
Parole: LETIZIA CHERUBINO


Bookmark and Share


“SEI COME LA PIOGGIA” (Cherubino-Cattaneo)

Parole: LETIZIA CHERUBINO
Voce: GIANCARLO CATTANEO

“Sei la mia pioggia.
 Sei la Pioggia d’estate. Che rinfresca e rigenera. Sei il temporale d’autunno. Lungo ed intenso. Sei la pioggerellina d’inverno. Che regala la neve. Sei la Primavera in gocce. Che si posa sui ciliegi in fiore. Sei liquida. E mi scivoli addosso. E scorri sopra e dentro di me.
Sei un colore che non ho. Sei qualcosa che non saprei dipingere. Sei l’arte che non potrò mai afferrare. Sei il desiderio che non sapevo di desiderare.

Oggi piove.

Ed io ti scrivo
.
…sei come la Pioggia…



”

(Letizia Cherubino)

BRANO estratto dal Capitolo “Sotto la Pioggia” del romanzo di Letizia Cherubino, “Giulietta, SONO IO” (Eumeswil Edizioni).


Bookmark and Share