Archivio di febbraio 2012

14 Febbraio.

Quello che provo per Te è l’unica cosa che non so scrivere.
Non ha nome. Ha confini incerti. O non ha confini.
E’ ovunque e da nessuna parte.
E’ confuso come una parola gridata nel vento. Arriva a tratti. La puoi capire o non capire.
Ci puoi leggere dentro un mondo intero o fare finta che non sia mai stata pronunciata però… da qualche parte è…
E si confonde con tutto. E mi confonde le idee.
E mi fa venire voglia di per sempre.
Ecco… sì… forse è questo che provo per Te:
Il desiderio di Per Sempre.

(Letizia Cherubino)


Bookmark and Share


BUON SAN VALENTINO.

Ti amo ogni giorno in maniera diversa.
Ti sono amante, amica, sorella, compagna, avversaria e complice, affine e in contrasto, vicina e lontana, adorante e critica…
Mi alzo ogni giorno con un nuovo volto di te che mi guarda, che io guardo. Con la curiosità del primo giorno.
Con la stessa voglia di conoscerti, esplorarti, allontanarti, tenerti per sempre, mandarti al diavolo…
Ti sento Intimo e Distante.
Mi piace pensare che ti conosco alla perfezione e che non ti conosco per niente.
Mi piace desiderarti senza dirtelo e dirti tutto quello che di più scontato esista… Dal tempo alla spesa da fare.
Mi riempio la bocca di parole che non siano quello che sento per te. Ma te lo dico in ogni sorriso, in ogni soffio di vento che ti accarezza, in tutto quello che scrivo senza dirti che é per te.
Con il semplice gusto di lasciarti nel dubbio.
Come ora. Come sempre.
Come questi auguri di San Valentino che sono per te…
O forse No.

BUON SAN VALENTINO!

(Letizia Cherubino)


Bookmark and Share


Vieni a Me.

Non ho bisogno di pensarti.
E’ il pensiero di te che mi viene incontro.
Ti ritrovo tra le pagine di un libro, in una canzone, nella scena di un film, in un cartello pubblicitario incrociato per strada.
Non ti devo cercare tra i pensieri,
Sei Tu che vieni a me.

(Letizia Cherubino)


Bookmark and Share


Se mi guardi così…

Se mi guardi così… Non respiro.
Se mi guardi così mi uccidi i pensieri, mi annebbi la ragione, annienti le mie difese.
Se mi guardi così, mi ricordi l’amore condiviso.
Non il sentimento… Non solo quello.
L’amore del tuo corpo sul mio. Dei respiri accelerati. Del sapore della tua pelle. Delle gocce di sudore.
Se mi guardi così, mi leggi l’anima.
E non riesco a dire il contrario di quello che vorrei dirti.
Non posso dire che non ti penso, che non m’importa, che sei passato.
Se mi guardi così… Mi sento nuda.
Nuda di distanze. Nuda di “devo andare“.
Se mi guardi così… Vedo solo te.
Vedo Te.
E i miei occhi sono tuoi.
Se mi guardi così… Sono Tua.

(Letizia Cherubino)


Bookmark and Share


Ti ho baciato.

Ti ho baciato di sorrisi e di parole condivise.
Ti ho baciato di emozioni, di sguardi dedicati, di carezze di pensieri.
Ti ho baciato senza labbra.
Così lontano di corpo, e vicini di sensi, da riuscire a scambiarci il sapore senza nemmeno baciarci.

(Letizia Cherubino)


Bookmark and Share